ISOLE BERMUDA

Benvenuti alle Bermuda, il "gioiello dell’Atlantico”! Grazie al clima straordinario, alle spiagge di sabbia rosa, al respiro dei luoghi storici e alla cordialità ed al calore delle persone, non è un caso che i lettori di Condé Nast Traveler abbiano votato Bermuda "la migliore isola nei Caraibi/Oceano Atlantico" 17 volte a partire dal 1994. Bermuda può erroneamente sembrare ai visitatori un unica isola, ma è in pratica formata da 181 isole, isolotti e scogliere. Il suo territorio si concentra in 54 chilometri quadrati e vanta ben 120 Km di coste di straordinaria bellezza! Benvenuti alle Bermuda, il "gioiello dell’Atlantico”! Grazie al clima straordinario, alle spiagge di sabbia rosa, al respiro dei luoghi storici e alla cordialità ed al calore delle persone, non è un caso che i lettori di Condé Nast Traveler abbiano votato Bermuda "la migliore isola nei Caraibi/Oceano Atlantico" 17 volte a partire dal 1994. Bermuda può erroneamente sembrare ai visitatori un unica isola, ma è in pratica formata da 181 isole, isolotti e scogliere. Il suo territorio si concentra in 54 chilometri quadrati e vanta ben 120 Km di coste di straordinaria bellezza! Saint George, città che si trova sull'omonima isola, fu il primo insediamento permanente sulle isole Bermude, e ad oggi è il più antico centro abitato inglese delle Americhe. Conosciuta dai marinai come “l’isola del diavolo”, divenne abitata quando una nave inglese, la Sea Venture, naufragò sulle scogliere al largo della costa orientale, nel 1609. Nel dicembre del 2000, la città di St. George e le sue fortificazioni furono dichiarate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Le Bermuda, nonostante siano situate nella parte più a nord del mar Caraibico, non fanno parte del comprensorio dei Caraibi. Questo però non compromette affatto la qualità e la bellezza delle sue spiagge che possiedono in pieno il meraviglioso "effetto Caraibi". E in più, Bermuda è molto più vicina di quanto possiate pensare – a meno di 2 ore da New York e dalla maggior parte degli aeroporti della costa orientale degli Stati Uniti. Perchè, quindi, non organizzare un viaggio combinato, che metta insieme la frenesia della Grande Mela e la pace e il relax delle isole Bermuda?!? I fondali offrono spettacoli davvero incantevoli! Le acque dell'isola sono chiare fino a 45 metri di profondità, perciò tutto quello che vi serve è maschera, pinne e boccaglio per poter esplorare lo spettacolare ecosistema marino di Bermuda. Casco e scafandro, nati e perfezionati proprio su quest'isola, consentono, con una guida esperta, di camminare a piedi sul fondo del mare, e di osservare i pesci in libertà nel proprio ambiente naturale. Per i più esperti, poi, ricordiamo che Bermuda è nota come la "capitale mondiale dei relitti sommersi": andate alla scoperta di più di cinque secoli di storia navale custoditi in fondo al mare! Bermuda vi saprà stupire anche dal punto di vista gastronomico! La cucina locale e il pesce freschissimo sapranno stimolare i sensi e deliziare anche i palati più esigenti!

Questo campo è obbligatorio

Questo campo è obbligatorio

Invio commento in corso... Commento inserito con successo! Si è verificato un errore, riprova più tardi.

VIETNAM,INCANTI E LEGGENDE

Secondo le mitologie e le tradizioni vietnamite, il Lac Tuong non aveva solamente la funzione di dirigere militarmente la tribù, ma anche di governare la vita quotidiana, i costumi, la cultura, la religione... della propria tribù. Le 15 tribù vivevano in uno stato di semi-sedentarizzazione intorno al fiume e nella montagna : la loro località di origine è la provincia di Vinh Phuc di oggi. Il Re Hung era in effetti il Capo di tutte le 15 tribù. La dinastia Hung produsse 18 re, ciascuno dei quali governò per 150 anni nella nazione denominata Van Lang. Questa dinastia fu in seguito rovesciata da un vicino re, Thuc Phan nel 258 a.C. Quando An Duong Thuc Phan diventò il Re del Regno dell'antico Vietnam chiamato Au Lac, la dinastia di Thuc, fece costruire nel 257 la prima Cittadella, strutturata in terra battuta e in fango ed a forma di Conchiglia: Co Loa o Loa Thanh, (che significa Cittadella a forma di spirale), localizzata a 15 km di Hanoi nella provincia di Vinh Phuc, allo scopo di proteggere il paese contro gli aggressori del nord. Un Duong Vuong è il titolo del reggente Thuc Phan che ha presieduto l'antico regno di Au Lac come suo unico monarca della dinastia Thuc dal 257 a.C. al 207 a.C., il quale, dopo la sconfitta dello stato di Van Lang, riunì le due tribù di au Lac e Tieng Viet. La sua longevità, di circa 100 anni, è piuttosto controversa. Questi stabilì il nuovo regno di Au Lac e costruì la sua capitale a Phuc An, i cui resti ancora oggi sono visibili nel villaggio di Co-Loa, ad ovest di Hanoi. a storia di Un Duong Vuong e il Regno di Au Lac, con la sua capitale Co-Loa (o co-Loa Thanh) è una miscela di storia e leggenda, secondo Keith Taylor (La nascita del Vietnam, 20). Un-Duong Vuong è stato il più forte dei signori (a nord dell'attuale Hanoi), che istituì un nuovo stato difeso da una cittadella. Da quel momento vi furono numerosi conflitti con l'Impero Cinese e infine, nel 111 a.C., il Viet Nam fu conquistato e divenne parte dell'Impero. Hanoi è circondata di laghi e ognuno di questi ha una sua storia. Il lago più bello è il lago Thuy rinominato Hoan Kiem (Il Lago della Spada Restituita), un incantevole specchio d'acqua che è oggi una delle attrazioni principali di Hanoi. Le Thai To (Le Loi) era un antico re guerriero Vietnamita vissuto nel 1400. Abile combattente si narra avesse una spada molto speciale, che le era stata donata dal Dio Tartaruga Dorato (Kim Qui). Con questa, Le Loi combatté molte battaglie vittoriose contro la Dinastia dei Ming ed ottenne infine l'indipendenza del Vietnam dall'Impero Cinese. Vinta la guerra, Le Thai To si recava spesso sul lago Luc Thuy (Lago Verde situato a Sud di Hanoi) per esercitarsi con la sua spada e praticare esercizi marziali. Un giorno una tartaruga gigantesca emerse dall'acqua gli implorò di restituire la spada al Re Dragone legittimo proprietario. Il saggio Le Thai To non dovendo più difendersi dai cinesi decise di accettare. La spada iniziò a fluttuare nell'aria e a dirigersi verso la tartaruga. Con la spada in bocca la tartaruga si rituffò nel lago ringraziando . Da allora il lago è stato chiamato Ho Hoan Kiem ("lago della spada restituita") e in cambio seguirono innumerevoli anni di benessere e fertilità delle terre. Secondo il folklore locale la comparsa della tartaruga gigante del lago di Hanoi avviene solo in occasioni speciali o per un evento straordinario. Ancora oggi si dice che qualcuno, ogni tanto, veda la tartaruga emergere dal lago: ciò porta molta fortuna. Avendo il guscio curvo sopra, come il cielo, e quadrato sotto, come la terra (secondo la tradizione vietnamita "Cielo e Terra" hanno questa forma) e ospitando la creatura vivente al centro, la tartaruga raffigura il cosmo intero.

Questo campo è obbligatorio

Questo campo è obbligatorio

Invio commento in corso... Commento inserito con successo! Si è verificato un errore, riprova più tardi.

OMAN

AHLAN! Benvenuti in Oman, la riviera d'Oriente sull'Oceano Indiano. Oggi scopriremo insieme il Mare del Sultanato! L'affascinante e vivace capitale Mascate è ubicata in un tratto di costa sabbiosa bagnato da un mare tranquillo e adatto alla balneazione tutto l'anno. La spiaggia più popolare a due passi dal centro commerciale della città è Qurm, il posto perfetto per rilassarsi dopo una giornata di visite o per scoprire la vivacità della vita locale. La Penisola del Musandam i "fiordi d'arabia", altissime falesie si tuffano a picco nel mare del golo dell'Oman creando paesaggi insoliti e maestosi. Un'ottima soluzione è quella di scoprire la costa utilizzando il dhow, le tipiche imbarcazioni omanite.

Questo campo è obbligatorio

Questo campo è obbligatorio

Invio commento in corso... Commento inserito con successo! Si è verificato un errore, riprova più tardi.

L'INVASIONE DEI PESCI LEONE

L' INVASIONE DEI PESCI LEONE!!! Non è il titolo di un film dell'orrore, ma è quanto sta accadendo nell'area sud-orientale degli Stati Uniti e dei Caraibi, fino al Golfo del Messico e il Sudamerica. Originario dell'Oceano Pacifico, soprattutto nelle regioni del sudest asiatico, fino all'Australia, il Giappone e le Filippine, ha una capacità di adattamento incredibile al di fuori del suo habitat naturale. In alcune località sono riportate concentrazioni di 1000 Pesci leone per acro (un acro=circa 4000 metri quadri)! La conquista delle coste atlantiche della Florida è iniziata negli anni '80, ma è a partire dal 2000 che ha preso le sembianze di una vera e propria invasione. In poco meno di tre anni il Pesce leone ha completamente ricoperto il territorio dei Caraibi. I biologi che seguono il fenomeno ammettono che pensare di eliminare la popolazione dei Pesci leone invasori è oramai impossibile. Quello che si può fare è tenere sotto stretto controllo la situazione, e mettere in atto programmi di controllo della popolazione stessa.

Questo campo è obbligatorio

Questo campo è obbligatorio

Invio commento in corso... Commento inserito con successo! Si è verificato un errore, riprova più tardi.

REUNION

Sapevate che l'isola Reunion è famosa per la sua Vaniglia Bourbon? Insieme alla vaniglia del Madagascar, può essere ritenuta la vaniglia migliore e più pregiata del mondo. Sentite l'odore intenso delle sue bacche profumate, e valorizzate i vostri piatti con il suo odore inconfondibile! A sorvegliare l'isola della Reunion sta il Piton de la Fournaise, uno tra i più belli ed interessanti vulcani del mondo. Comparso circa 380.000 anni fa, questo vulcano ha un'abbondante attività effusiva e continuerà ad innalzarsi, facendo crescere la superficie dell'isola. Reunion è molto lontana dallo stereotipo tropicale, perché qui la natura è selvaggia ed estrema. Queste caratteristiche fanno di quest'isola una delle mete preferite degli amanti dell'avventura e dello sport all'aria aperta. Sull'isola si trovano alcune delle più belle e celebri discese di canyoning del mondo, oltre a numerose possibilità di andare alla scoperta di angoli remoti dell'isola in mountain bike lungo ad impressionanti cascate. E se volete vivere appieno la vita su la Reunion, piccolo gioiello francese nell'Oceano Indiano, vi consigliamo un soggiorno presso l'hotel LUX Ile de La Réunion che vi stupirà con con gli ingredienti più genuini dell'isola.

Questo campo è obbligatorio

Questo campo è obbligatorio

Invio commento in corso... Commento inserito con successo! Si è verificato un errore, riprova più tardi.

MESSICO - CANCUN

Cancun, una delle più conosciute località balneari messicane sia per estensione che per la movida notturna! Ma Cancun non è solo locali e discoteche: a pochi minuti da Cancun, vicino a Puerto Morelos, troverete i Cenotes, piscine naturali alimentate da fiumi sotterranei, che si trovano solo nella penisola dello Yucatan. Uno dei più conosciuti cenotes si trova a Boca del Puma, un parco naturale, dove oltre a un tuffo in queste splendide acque si posso fare passeggiate a cavallo, giri sui quad e visitare il museo della gomma, costruito dagli abitanti del luogo per aiutare i visitatori a entrare in contatto con le tradizioni della regione. A circa 300 km potrete fermarvi a visitare la città di Celestún un villaggio costiero molto pittoresco che consigliamo a tutti gli amanti della natura. Rimarrete estasiati dalla varietà di uccelli, in special modo fenicotteri rosa, e dalle tartarughe marine che scelgono le spiagge di questa località per deporre le proprie uova!

Questo campo è obbligatorio

Questo campo è obbligatorio

Invio commento in corso... Commento inserito con successo! Si è verificato un errore, riprova più tardi.

SEYCHELLES - LA DIGE

La Repubblica delle Seychelles conta 115 isole. La Digue, quarta in ordine di grandezza, è conosciuta come l'isola con le spiagge più belle di tutte l'arcipelago. Per un bagno memorabile si può raggiungere la celebre spiaggia Pointe Source d'Argent, quella con grandi blocchi di granito grigio-rosa. La Digue è un'isola dove il tempo si è fermato e dove le tradizioni sono ancora vive, gli spostamenti vengono fatti soprattutto con i carretti trainati dai buoi o in bicicletta, le automobili sono rare, niente aeroporto. Le barche vengono costruite ancora con metodi tradizionali e la lavorazione della noce di cocco (la coprah) è ancora in uso. Sull'isola, poi, vive l'uccello

Questo campo è obbligatorio

Questo campo è obbligatorio

Invio commento in corso... Commento inserito con successo! Si è verificato un errore, riprova più tardi.